Posts tagged ‘pomodoro’

E se…. le melanzane diventassero un raviolo?

Questa ricetta credo non esista da nessuna parte o perlomeno a me non è mai capitato di vederla.Visto che sia io che la mia famiglia siamo appassionati di melanzane cerco sempre nuove ricette e, appunto l’altro giorno, ho pensato e provato questa: buona, sfizziosa e divertente. 🙂

Ingredienti:

Qua viene il bello: ci vuole una melanzana ma quando la tagliate dovete accertarvi che non contaenga alcun buco o semi se no addio ricetta. Quindi magari compratene più di una nel caso vi riservino sorprese per poter riprovare con un’altra.

  • 1 melanzana grande e soda
  • 100g di ricotta di pecora
  • 50g di mozzarella di bufala
  • 250 g di pomodoro (preferibilmente fresco)
  • basilico, pecorino, aglio
  • olio per friggere

Prendere la melanzana e tagliarla a fettine sottili, salare e lasciare spurgare per 15/20 minuti. Nel frattempo preparare la farcia: settacciare la ricotta e tagliare a piccoli pezzetti la mozzarella, mescolare tutto con il basilico tritato e pepe. Asciugare le melanzane con dellos cottex, porre una noce di ripieno al centro della fetta di melanzana, spennellare con l’uovo sbatutto i contorni quindi richiudere e premere bene con le mani per far aderire i due lembi, procedere fino a esaurimento degli ingedienti.

Preparare il sugo: mettere uno spicchio d’aglio a soffriggere nell’olio, versare la passata di pomodoro, salare e portare a cottura. Scaldare abbondante olio per friggere, passare leggermente i ravioli nella farina e friggerli. Scolare su carta assorbente. Prendere un piatto di portata e mettere un cucchiaio di salsa di pomodoro quindi dagiare sopra i ravioli. Spolverare con una gratatta di pecorino, del basilico e servire. Possosno essere serviti sia come antipasto servendone 2 o 3 oppure come primo piatto aumentando le porzioni. Comunque sia un piatto insolito che stupirà di sicuro i vostri ospiti o famigliari. 🙂

17 giugno 2010 at 14:13 6 commenti

Pizzette e focaccine miste (lievito madre)

Ingredienti:

  • 300 g di pasta per pizza
  • passata di pomodoro
  • mozzarella
  • olive
  • gorgonzola, parmigiano
  • wurstel, senape, semi di sesamo

Stendiamo la pasta lievitata (io uso la pasta pane con lievito madre ma potete fare la pasta con il lievito di birra o in polvere) e con un coppapasta formiamo le focaccine. Disponiamole su una leccarda ricoperta da carta forno e spenneliamo con una miscela di acqua e olio in parti uguali. Farciamo a piacimento con olive, pomodoro e mozzarella, gorgonzola, wurstel e spolverizziamo con parmigiano. Potete ovviamente condirle come la vostra fantasia e il vostro gusto vi suggeriscono.

Per preparare i wurstel tagliamo delle stisce di pasta e spenneliamole con la senape. Quindi cominciando da un’estremità avvolgiamo la pasta sul wurstel sovrapponendo leggermente. Spenneliamo con l’olio e facciamo aderire i semi sesamo.

Adesso lasciamo lievitare coprendo con uno strofinaccio umido per 3-4 ore . Se usate la pasta con lievito normale e sufficiente 1 ora.

Portiamo il forno a 250°. Cospargiamo d’olio le  focacine ed inforniamole. Dopo 5 minuti di cottura abbassiamo a 200° e terminiamo la cottura. Ci vorranno in tutto circa una decina di minuti. Serviami subito calde oppure fredde. Sono ottime per un aperitivo o una merenda, i bambini ne saranno felicissimi. 🙂

20 maggio 2010 at 11:26 Lascia un commento

Piccola zuppetta di pesce

Ovviamente questa non è una vera zuppa di pesce, che richiede lungo tempo per la preparazione oltre che la pulizia dei vari pesci. E’ una zuppetta veloce e di facile preparazione anche per chi con il pesce non ha dimestichezza. E allora via, mettiamoci alla prova! 🙂

Ingredienti:

  • 1 trancio di pesce spada
  • 12 gamberi
  • 6 calamari
  • 250 g di vongole veraci
  • 6 pomodorini
  • 4 cucchiai di passata di pomodoro
  • 1 spicchio d’aglio e del prezzemolo
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • 8 fette di pane

Ovviamente il pesce deve essere freschissimo. Prima di tutto puliamo e tagliamo ad anelli i calamari. Togliamo il carapace ai gamberi, tagliamo a pezzi lo spada. Le vongole le avremo già messe a spurgare in acqua e sale per un paio d’ore.

In una padella cuociamo i calamari per 10-15 minuti a fuoco vivace con un filo d’olio. In una larga padella mettiamo l’olio, l’aglio e aggiungiamo lo spada. Dopo averlo rosolato da entrambi i lati mettiamo anche i gamberi, i pomodorini tagliati a metà e i calamrai precedentemente scottati. Sfumiamo con il vino e continuiamo a  cuocere per 10 minuti. Nel frattempo nel pentolino dove abbiamo scottato i calamari cuociamo la passata per una decina di minuti. A questo punto nella padella grande aggiungiamo le vongole, la passata di pomodoro e a fuoco vivo  con il coperchio facciamo aprire le vongole. Scopriamo e se risulatasse troppo liquido facciamo rapprendere a fuoco alto. Quindi spegnamo, aggiustiamo di sale e pepe e spolverizziamo con abbondante prezzemolo. Tostiamo delle fette di pane, meglio se del giorno prima, e strofiniamole con dell’aglio. Ora possiamo impiattare. Facciamo attenzione che tutti i commensali abbiano i vari pesci poi guarniamo con il pane, il prezzemolo e un giro d’olio evo, o se vogliamo piccante. Portiamo in tavola. Sono sicura che 2 fette di pane a testa non bastarenno perchè il buono della zuppa ovviamente è il sughetto. 🙂

 

 

18 maggio 2010 at 12:16 Lascia un commento

Cocottine di melanzane

Ingrdienti:

  • 1 melanzana
  • passata di pomodoro
  • 1 mozzarella
  • parmigiano
  • basilico, aglio, olio evo
  • pasta tipo penne piccole

Mettere a cuocere il pomodoro con uno spicchio d’aglio e dell’olio. Nel frattempo tagliamo la melanzana a fette sottili. In una padella antiaderente ben calda cuocere le melanzane da entrambi i lati ungendole leggermente. Se poi volete farle più gustose, anche se più pesanti, potete usare le melanzane fritte. Cuocere la pasta e scolarla al dente, metterla in una capiente ciotola e lasciare raffreddare. Lasciare raffreddare anche il pomodoro che a questo punto sarà cotto.

Ora che abbiamo tutti gli ingredienti pronti possiamo cominciare a comporre le cocottine. Alla pasta aggiugiamo il pomodoro, non tutto però, teniamone da parte un pò che servirà come guarnizione del piatto. Aggiungiamo anche la mozzarella tagliata a dadini, il parmigiano grattugiato e abbondante basilico tritato. Ora prendiamo le cocottine, vanno benissimo quelle di alluminio usa e getta, e adagiamo le melanzane a croce. Poniamo la pasta fino a riempire e chiudiamo ripiengando sulla pasta le parti eccedenti di melenzana. Cospargere con il parmigiano e infornare a 180° per 15-20 minuti.

Sforniamo le coccotine e lasciamole riposare per qualche minuto. Su un piatto stendiamo un velo di pomodoro con un cucchiaio quindi capovolgiamo la cocottina adagiandola sul pomodoro. Spolveriamo con del parmigiano e serviamo caldo. Come tutte le paste al forno però, se lasciata raffreddare nel suo contenitore, è ottima anche il giorno dopo riscaldata, quasi può buona che appena fatta. 🙂 

7 maggio 2010 at 22:23 Lascia un commento

Bollito ripassato

Io faccio spesso il brodo, in casa serve sempre avere del buon brodo di carne, ma non sempre la carne viene finita e mangiata con piacere. Allora faccio questo piatto che al contrario della carne bollita viene divorato. 🙂

Ingredienti:

  • bollito
  • patate
  • cipolla
  • olio
  • passata di pomodoro

Iniziamo pelando le patate e tagliandole a tocchetti. In una padella le facciamo rosolare con dell’olio a fuoco vivo per una decina di minuti, abbassiamo la fiamma e aggiungiamo la cipolla tritata (io se mi avanzano le verdure del brodo aggiungo anche quelle, non si butta via niente! :)). Tagliamo il bollito a pezzi, devono essere più o meno della stessa misura delle patate, e rosoliamo tutto per qualche minuto. Aggiungiamo 4 o 5 cucchiai di passata di pomodoro (dipende da quanto bollito vi è rimasto), 2 mestoli di brodo, copriamo e portiamo a cottura. Non ci vorrrà molto, perchè la carne è già cotta, dovranno finire di cuocere le patate. Spegnete, regolate di sale e pepe servite.

18 febbraio 2010 at 17:53 1 commento

Pizza in teglia con lievito madre

Ingredienti:

  • 100 g di pasta madre
  • 100 g di farina manitoba
  • 200 g di farina 00
  • 1 cucchiaio di malto
  • 1 cucchiaino di sale
  • acqua q.b.

per condire:

  • salsa di pomodoro
  • mozzarella
  • basilico
  • acciughe

Cominciamo con la pm: và rinfrescata la sera precedente e poi il giorno stesso per 3 volte a distanza di 4 ore. Dall’ultimo rinfresco teniamo 100 g di pasta madre. Facciamo la solita palla con i 100 g di  pm e 100g farina manitoba (se non avete la pasta madre potete seguire la stessa ricetta usando al posto della pm un bustina o cubetto di lievito). Lasciamo riposare per 3 ore, riprendiamo il composto ed aggiungiamo la restante farina, il malto, il sale e acqua fino a formare un impasto liscio e omogeneo ma non troppo duro. Lasciamo riposare 8/10 ore o tutta la notte, l’impasto comunque deve radoppiare di volume.

A questo punto riprendiamo il nostro impasto e lo sgonfiamo con le dita, lavoriamo poco e lo mettiamo in una teglia unta d’olio.

Dopo 1 ora cospargiamo la pizza di pomodoro che precedentemente avremo condito con il sale e l’olio, lasciamo riposare ancora 1 ora e ora inforniamo a 250°. Dopo 10 minuti aggiungiamo la mozzarella, il basilico, le acciughe e riponiamo in forno per altri 10 minuti o finchè risulta bella dorata.

Sforniamo lasciamo riposare qualche minuto e gustiamo.

 

11 febbraio 2010 at 16:37 Lascia un commento

Pizza e calzone con pm

Ingredienti:

  • 100g di pm
  • 100g farina manitoba
  • 200g farina 00
  • 1 cucchiaino di malto
  • 1 cucchiaino sale
  • aqua QB

Per la farcitura:

  • Mozzarella
  • prosciutto cotto
  • alici
  • pomodoro (io uso quello che faccio ma potete usare una buona passata)
  • basilico
  • olive nere
  • olio exta vergine

Prendiamo 100g di pm rinfrescata la sera e per 3 volte durante la giornata. All’ultimo rinfresco aggiungiamo 100g di farina manitoba, impastiamo, copriamo e lasciamo riposare 3 ore. Dopo aggiungiamo la restante farina, il malto, il sale, impastiamo bene e lasciamo riposare per 8/10 ore.

Riprendiamo il nostro impasto e lo porzioniamo in palline che ben infarinate lasciamo riposare ancora per 2/3 ore a temperatura ambiente. Se invece volete potete metterle in frigor ma ci vorranno 7/8 ore.

Stendiamo le palline, cominciando dal centro verso l’esterno, e stendiamo un disco sottile. Io l’ho condito con pomodoro, mozzarella, acciughe e basilico. Dopo aver messo un filo d’oilo possiamo infornare su di una teglia gia calda (io uso quella di coccio). Accendiamo la funzione grill appena messa li pizza nel forno e dopo 3/4 minuti la nostra pizza sarà calda, fragante e gustossissima.

Pizza cotta

Pizza cruda

 
 
 
 
 
 

Nel centro dell’altro disco di pasta mettiamo il prosciutto, la mozzarella, qualche oliva snocciolata e chiudiamo bene. Poi, dopo averlo coperto di pomodoro, basilico e parmigiano inforniamo come sopra.

Calzone crudo

Calzone cotto

11 febbraio 2010 at 15:53 Lascia un commento

Articoli meno recenti Articoli più recenti


Calendario

febbraio: 2019
L M M G V S D
« Feb    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728  

Numero di visitatori

  • 1.471.947 visite

Articoli Recenti

Licenza Creative Commons
La cucina di Lalla by https://lacucinadilalla.com/ is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License.
Based on a work at lacucinadilalla.com.
Permissions beyond the scope of this license may be available at https://lacucinadilalla.com/.