Posts tagged ‘pomodoro’

Cocottine di melanzane

Ingrdienti:

  • 1 melanzana
  • passata di pomodoro
  • 1 mozzarella
  • parmigiano
  • basilico, aglio, olio evo
  • pasta tipo penne piccole

Mettere a cuocere il pomodoro con uno spicchio d’aglio e dell’olio. Nel frattempo tagliamo la melanzana a fette sottili. In una padella antiaderente ben calda cuocere le melanzane da entrambi i lati ungendole leggermente. Se poi volete farle più gustose, anche se più pesanti, potete usare le melanzane fritte. Cuocere la pasta e scolarla al dente, metterla in una capiente ciotola e lasciare raffreddare. Lasciare raffreddare anche il pomodoro che a questo punto sarà cotto.

Ora che abbiamo tutti gli ingredienti pronti possiamo cominciare a comporre le cocottine. Alla pasta aggiugiamo il pomodoro, non tutto però, teniamone da parte un pò che servirà come guarnizione del piatto. Aggiungiamo anche la mozzarella tagliata a dadini, il parmigiano grattugiato e abbondante basilico tritato. Ora prendiamo le cocottine, vanno benissimo quelle di alluminio usa e getta, e adagiamo le melanzane a croce. Poniamo la pasta fino a riempire e chiudiamo ripiengando sulla pasta le parti eccedenti di melenzana. Cospargere con il parmigiano e infornare a 180° per 15-20 minuti.

Sforniamo le coccotine e lasciamole riposare per qualche minuto. Su un piatto stendiamo un velo di pomodoro con un cucchiaio quindi capovolgiamo la cocottina adagiandola sul pomodoro. Spolveriamo con del parmigiano e serviamo caldo. Come tutte le paste al forno però, se lasciata raffreddare nel suo contenitore, è ottima anche il giorno dopo riscaldata, quasi può buona che appena fatta. 🙂 

7 Maggio 2010 at 22:23 Lascia un commento

Bollito ripassato

Io faccio spesso il brodo, in casa serve sempre avere del buon brodo di carne, ma non sempre la carne viene finita e mangiata con piacere. Allora faccio questo piatto che al contrario della carne bollita viene divorato. 🙂

Ingredienti:

  • bollito
  • patate
  • cipolla
  • olio
  • passata di pomodoro

Iniziamo pelando le patate e tagliandole a tocchetti. In una padella le facciamo rosolare con dell’olio a fuoco vivo per una decina di minuti, abbassiamo la fiamma e aggiungiamo la cipolla tritata (io se mi avanzano le verdure del brodo aggiungo anche quelle, non si butta via niente! :)). Tagliamo il bollito a pezzi, devono essere più o meno della stessa misura delle patate, e rosoliamo tutto per qualche minuto. Aggiungiamo 4 o 5 cucchiai di passata di pomodoro (dipende da quanto bollito vi è rimasto), 2 mestoli di brodo, copriamo e portiamo a cottura. Non ci vorrrà molto, perchè la carne è già cotta, dovranno finire di cuocere le patate. Spegnete, regolate di sale e pepe servite.

18 febbraio 2010 at 17:53 1 commento

Pizza in teglia con lievito madre

Ingredienti:

  • 100 g di pasta madre
  • 100 g di farina manitoba
  • 200 g di farina 00
  • 1 cucchiaio di malto
  • 1 cucchiaino di sale
  • acqua q.b.

per condire:

  • salsa di pomodoro
  • mozzarella
  • basilico
  • acciughe

Cominciamo con la pm: và rinfrescata la sera precedente e poi il giorno stesso per 3 volte a distanza di 4 ore. Dall’ultimo rinfresco teniamo 100 g di pasta madre. Facciamo la solita palla con i 100 g di  pm e 100g farina manitoba (se non avete la pasta madre potete seguire la stessa ricetta usando al posto della pm un bustina o cubetto di lievito). Lasciamo riposare per 3 ore, riprendiamo il composto ed aggiungiamo la restante farina, il malto, il sale e acqua fino a formare un impasto liscio e omogeneo ma non troppo duro. Lasciamo riposare 8/10 ore o tutta la notte, l’impasto comunque deve radoppiare di volume.

A questo punto riprendiamo il nostro impasto e lo sgonfiamo con le dita, lavoriamo poco e lo mettiamo in una teglia unta d’olio.

Dopo 1 ora cospargiamo la pizza di pomodoro che precedentemente avremo condito con il sale e l’olio, lasciamo riposare ancora 1 ora e ora inforniamo a 250°. Dopo 10 minuti aggiungiamo la mozzarella, il basilico, le acciughe e riponiamo in forno per altri 10 minuti o finchè risulta bella dorata.

Sforniamo lasciamo riposare qualche minuto e gustiamo.

 

11 febbraio 2010 at 16:37 Lascia un commento

Pizza e calzone con pm

Ingredienti:

  • 100g di pm
  • 100g farina manitoba
  • 200g farina 00
  • 1 cucchiaino di malto
  • 1 cucchiaino sale
  • aqua QB

Per la farcitura:

  • Mozzarella
  • prosciutto cotto
  • alici
  • pomodoro (io uso quello che faccio ma potete usare una buona passata)
  • basilico
  • olive nere
  • olio exta vergine

Prendiamo 100g di pm rinfrescata la sera e per 3 volte durante la giornata. All’ultimo rinfresco aggiungiamo 100g di farina manitoba, impastiamo, copriamo e lasciamo riposare 3 ore. Dopo aggiungiamo la restante farina, il malto, il sale, impastiamo bene e lasciamo riposare per 8/10 ore.

Riprendiamo il nostro impasto e lo porzioniamo in palline che ben infarinate lasciamo riposare ancora per 2/3 ore a temperatura ambiente. Se invece volete potete metterle in frigor ma ci vorranno 7/8 ore.

Stendiamo le palline, cominciando dal centro verso l’esterno, e stendiamo un disco sottile. Io l’ho condito con pomodoro, mozzarella, acciughe e basilico. Dopo aver messo un filo d’oilo possiamo infornare su di una teglia gia calda (io uso quella di coccio). Accendiamo la funzione grill appena messa li pizza nel forno e dopo 3/4 minuti la nostra pizza sarà calda, fragante e gustossissima.

Pizza cotta

Pizza cruda

 
 
 
 
 
 

Nel centro dell’altro disco di pasta mettiamo il prosciutto, la mozzarella, qualche oliva snocciolata e chiudiamo bene. Poi, dopo averlo coperto di pomodoro, basilico e parmigiano inforniamo come sopra.

Calzone crudo

Calzone cotto

11 febbraio 2010 at 15:53 Lascia un commento

Merluzzo con cipolle e polenta

Ingredienti:

  • 400g merluzzo salato
  • 250g di pelati (io uso i miei che faccio d’estate)
  • 4 cipolle
  • olio extra vergine
  • olio per friggere
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • olive nere
  • origano
  • farina
  • sale pepe q.b.

Iniziamo pulendo le cipolle e affettandole finemente. Poniamole in una capace pentola (io uso quella di coccio che per le cotture prolungate è ottima) con l’oilo e facciamo rosolare a fuoco dolce per 10 minuti. Aggiuingiamo il vino e sfumiamo, uniamo i pelati, schiacciamo con una forchetta e copriamo con il coperchio. Continiuamo a cuocere per 30 minuti (la cipolla deve essere ben cotta così rimane più digeribile).

 

Nel frattempo che la cipolla cuoce puliamo il merluzzo (che avremo tenuto a bagno per 4 giorni) dalla pelle e dalle lische. Infariniamo quindi il merluzzo e lo friggiamo in abbondante olio per friggere ben caldo finchè non è dorato. Asciughiamolo su carta assorbente.

 

A questo punto  controlliamo la cottura del sugo, se dovvesse risultare asciutto aggiungiamo un pò d’acqua. Possiamo quindi mettere il merluzzo, fritto e asciugato, nella pentola del sugo.

Aggiungiamo anche le olive nere snocciolate leggermente schiacciate, copriamo e lasciamo insaporire 10 minuti. Trascorso il tempo spegnamo e aggiustiamo di sale, pepe e origano.

 Nel frattempo avremo cotto la polenta, allora impiattiamo un pò di polenta il merluzzo irrorato del suo sugo.

 

10 febbraio 2010 at 21:59 Lascia un commento

Spaghetti con polpettine alla Fragalà

Questo è una ricetta di famiglia che mi accompagna da quando sono bambina. Infatti quando le faceva il mio papà tutto noi ne andavamo matti. E’ una ricetta fuori dai canoni della cucina di oggi, con passaggi non consoni a ciò che oggi ci insegnano, ma se volete avere un risultato ottimale vi raccomando di segurla passo per passo anche se so che è molto complessa. Io e mio fratello quando le mangiamo torniamo bambini, voi potete pensare che il buon nonno le abbia fatte per voi e ritrovare i sapori della vecchia cucina. Armatevi quindi di tempo e molta pazienza. 🙂

Ingredienti:

  • polpettine alla Fragalà (vedi ricetta)
  • 500g di passata di pomodoro
  • 1 spicchio d’aglio
  • pecorino romano (meglio se pepato)
  • parmigiano
  • ricotta salata dura
  • basilico
  • 360g di spaghetti

Cominciamo preparando la salsa di pomodoro. Io uso la mia passata che faccio ogni estate, và comunque benissimo quella che si trova in commercio ma se è periodo vi consiglio vivamente di usare il pomodoro fresco passato. In una padella mettiamo olio d’oliva e un spicchio d’aglio. Quando questo è ben rosolato aggiungiamo la passata di pomodoro e lasciamo cuocere a fuoco lento per una trentina di minuti. A questo punto prendiamo le polpettine già pronte (vedi ricetta) e le mettiamo nel sugo, lasciamo amalgamare sempre a fuoco basso per cinque minuti e spegnamo. Nel frattempo bolliamo gli spaghetti in abbondante acqua salata. Li coliamo molto al dente e li rimettiamo nella stessa pentola di cottura (rigorosamente). Aggiungiamo due cucchiai di pecorino e due di parmigiano. Vi ricordate il sughetto di cottura dei peperoni che avevamo tenuto da parte? Ne aggiungiamo due cucchiai e mescoliamo per bene gli spaghetti. Quindi con un mestolo mettiamo anche il sugo di pomodoro e del basilico fresco. Mettiamo il coperchio e lasciamo  riposare due minuti (queste è necessario per la buona riuscita del piatto anche se quando da bambini eravamo affamati ci dava molto fastidio :)).

Dopo la sospirata attesa impiattiamo gli spaghetti, cospargiamo il piatto con abbondante sugo e polpettine (a casa mia vengono contate quelle nel piatto degli altri per non litigare:)) e aggiungiamo una generosa grattuggiata di ricotta salata. Io ho utilizzato gli spaghetti perchè sono i preferiti di mio fratello ma si può usare anche una pasta corta, per esempio dei maccheroni, ancora meglio delle orecchiette fresche.

Buon appetito! Fatemi sapere se vi sono piaciute… 🙂

31 gennaio 2010 at 20:47 5 commenti

Articoli più recenti


Calendario

giugno: 2022
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

Numero di visitatori

  • 1.642.481 visite

Articoli recenti

Licenza Creative Commons
La cucina di Lalla by https://lacucinadilalla.com/ is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License.
Based on a work at lacucinadilalla.com.
Permissions beyond the scope of this license may be available at https://lacucinadilalla.com/.