Posts tagged ‘gnocchi’

Gnocchi di Farina

  • Ingredienti:
  • 500g di farina 00
  • 500g di acqua
  • QB sale,olio

Portare a bollore l’acqua con un pizzico di sale e un cucchiaio d’olio, versare tutta la farina in un colpo solo.

Mescolare energeticamente con un cucchiaio,per 2/3 minuti e spegnere.

Rovesciare l’impasto su di una spianatoia, lasciare intiepidire se no vi ustionate le mani e cominciare ad impastare sino ad ottenere una palla liscia e omogenea.lasciare raffreddare completamente.

Ora procedere come i classici gnocchi, fare dei salsicciotti e poi tagliarli a tocchetti della grandezza che preferite.

Cuocere i gnocchi in abbondante acqua salata per 5/6 minuti scolare e condire come più vi piacciono.

Io li ho preparati alla Sorrentina ottimi.

15 maggio 2012 at 12:37 Lascia un commento

Gnocchi di patate

Le nonne ci insegnano che per preparare gli gnocchi buoni ci vogliono le patate a pasta bianca e vecchie, ma dove si trovano oggi le patate vecchie? Da nessuna parte. 😦 

Bianche, anche se con fatica, si trovano ma quelle vecchie sono davvero introvabili. Allora per ovviare a questa mancanza io utilizzo le patate normali ma le faccio cuocere in modo particolare!!! 

Ingredienti:

  • 1 kg di patate a pasta bianca
  • 200g di farina 00
  • 1 tuorlo d’uovo
  • sale da cucina grosso

Per fare un buon gnocco di patate, morbido ma non molleche si sciogli in bocca, bisogna usare poca farina. Serve quindi una patata asciutta che incorpori poca farina. Dato che come vi ho anticipato le patate vecchie, quelle più asciutte, non si trovano vi consiglio di procedere con questo tipo di cottura.

Prendiamo una taglia da forno e vi mettiamo il sale grosso a formare un letto di circa 1mm e vi adagiamo sopra le patate ben lavate e asciugate. Poniamo in forno a 150° per 40/50 minuti (dipende dalla grandezza delle patate). Per sapere se le patete sono cotte infilate uno stuzzicadenti, se questo ne esce senza difficoltà allora la cottura è utlimata.

Quando le patate sono cotte estraiamole dal forno, appogiamole sulla spianatoia e lasciamole riposare per 15 minuti. Sulla spianatoia mettiamo la farina a fontan e schiacciamo al suo interno le patate. Sopra aggiungiamo anche il tuorlo d’uovo, un pizzico di sale e iniziamo ad impastare. L’impasto và lavorato lo stretto neccessario affincè tutti gli ingredienti si amalgamino, non di più. Quindi appena siete sicuri che il vostro impasto è bene amalgamato formate una palla e lasciatela riposare. Se lìimpasto risultasse troppo morbido, per intenderci se vi si appiccica alle mani mentre lo lavorate, aggiungete della farina. Non c’è una dose precisa di farina da aggiungere, dovete impare a sentire voi con le mani la consistenza giusta tenendo sempre a mente che meno farina si aggiunge più buono è lo gnocco.

Trascorsi 30 minuti potete cominciare a confezzionare gli gnocchi. Fate dei serpentini di pasta che poi tirerete con le mani per farli allungare (proprio come fanno i bambini quando giocano col pongo :)). Lo spessore dei cilindri di pasta potete sceglierlo a vostro piacimento, ovviamente però dovete farli tutti uguali altrimenti avrebbero tempi di cottura diversi. Infarinate bene e tagliate a tochetti. A questo punto abbiamo degli gnocchetti che potrebbero già essere cotti ma se vogliamo seguire la vera ricetta della nonna dobbiamo prendere un tocchetto alla volta e passarlo sulla forchetta, premendo leggermente, per creargli le striature. Adesso potete cuocere gli gnocchi in abbondante acqua salata. La cottura degli gnocchi è la più semplice: come vengono a galla sono pronti! Trasferiteli in una zuppiera e condite a piacere. Io questa volta li ho fatti con del ragù di carne che mi sembra un ottimo condimento per gli gnocchi ma potete svariare con del gorgonzola, burro e salvia, funghi, pomodoro fresco o ciò che la vostra fantasia o palato vi suggrisce. Provate e fatemi sapere.

 

21 marzo 2010 at 23:23 Lascia un commento

Gnocchi al sugo di brasato

Ingredienti:

Ogni volta che preparo il brasato mi avanza del sugo che è ottimo per condire la pasta. Questa volta ho deciso di fare degli gnocchi. Una volta bolliti gli gnocchi in abbondante acqua salata li ho semplicemente saltati per un paio di minuti in una padella con il sugo di brasato, una noce di burro e del parmigiano.

19 febbraio 2010 at 12:07 1 commento

Spinacino brasato ai funghi

Io di solito lo spinacino lo faccio di vitello e lo cuocio arrosto, ma questa volta mi sono trovata con uno spincino di manzo e allora ho provato a farlo brasato e vi assicuro che il risutato e stato davvvero ottimo, e sono riuscita con un piatto a fare primo e secondo.

Ingredienti:

  • 1 spinacino di manzo (ovviamente)
  • 1 etto e mezzo di mortadella
  • 1 uovo
  • 2 cucchiai di pane grattugiato
  • 1 peperone
  • parmigiano
  • prezzemolo
  • 40g funghi porcini secchi
  • sedano, carota e cipolla
  • 1/2 litro di vino rosso corposo

Per prima cosa mettiamo i funghi secchi ad ammollare in acqua calda. Prendiamo il peperone e, dopo averlo tagliato a piccoli tochetti, lo rosoliamo in una padella ben caldo con un filo d’olio. Tritiamo la mortadella (col tritacarne o col mixer), la mettiamo in una ciotola e aggiungiamo l’uovo, il formaggio, il prezzemolo tritato e i peperoni, impastiamo bene. Non è necessario aggiungere sale perchè gli ingredienti sono già saporiti.

Prendiamo il nostro spinacino nel quale abbiamo praticato una tasca, se non ne siete capaci fatelo fare al vostro macellaio, e infiliamo tutto l’impasto facendo attenzione ad arrivare fino in fondo e premendo bene per non lasciare bolle d’aria. Cuciamo con dello spago per chiudere la tasca o fermiamo con degli stuzzicadenti.

In una casseruola mettiamo a soffriggere le cipolle, le carote e il sedano tagliati a pezzi (anche grossolanamente tanto poi triteremo tutto), quando sono ben rosolate le togliamo dalla casseruola e vi mettiamo lo spinacino.

Quando anche lo spinacino è ben rosolato da entrambi i lati aggiungiamo di nuovo le verdure stufate e anche i funghi ben strizzati della loro acqua, che filtreremo e terremo da parte. Facciamo riprendere temperatura e mettiamo il vino, copriamo e lasciamo cuocere per 2 ore.

Togliamo di nuovo la carne, ormai cotta, dal sugo di cottura e la avvolgiamo nella carta d’alluminio. Prendiamo il sugo e lo passiamo con un passaverdura, rimesso nella pentola, riponiamo sul fuoco per far addensare per alcuni minuti.

Riprendiamo la carne, togliamo lo spago (o glis tuzzicadenti) ed affettiamo. Poniamola in un piatto ed irroriamloa con il suo sugo.

Gnocchi con sugo di brasato

Come vi ho già detto questo sughetto è buonissimo anche per condire la pasta. Io ho fatto degli gnocchi ottimi.

 

19 febbraio 2010 at 11:56 2 commenti


Calendario

maggio: 2017
L M M G V S D
« Apr    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

Numero di visitatori

  • 1,300,744 visite

Articoli Recenti

Licenza Creative Commons
La cucina di Lalla by https://lacucinadilalla.com/ is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License.
Based on a work at lacucinadilalla.com.
Permissions beyond the scope of this license may be available at https://lacucinadilalla.com/.