Posts filed under ‘Secondi di pesce’

Insalata tiepida di Gamberi

Ingredienti:

  • 200g di gamberi
  • 2 patate, 2 zucchine
  • prezzemolo, 1 acciuga, aglio
  • Olio, sale e pepe QB

Pelare e tagliare a cubetti le patate e cuocerle in acqua bollente per 15/20 minuti.

Tagliare a rondelle le zucchine e porle su una teglia. Dare un giro d’olio, salare e cuocere in forno 180° per 10 minuti o sino a che sono croccanti.

Sbollentare i gamberi sgusciati in acqua bollente per 3 minuti.

Mettere in un frullatore il prezzemolo, l’acciuga e mezzo spicchio d’aglio. Frullare aggiungendo olio sino ad ottenere un salsa fluida.

Adagiare le patate tiepide  in una terrina, salare e pepare. Mettere sopra le zucchine ed aggiungere i gamberi appena scolati. Cospargere con abbondante salsa. Questa insalata è buona sia tiepida che lasciata raffreddare quindi servite come piu vi piace. 🙂 Se avete ospiti è più scenografico servire in piccole ciotoline monoporzione.

14 ottobre 2010 at 10:33 Lascia un commento

Merluzzo patate e peperoni con composta di cipolle

Ingredienti:

  • 6 tranci di merluzzo dissalato
  • farina 00
  • 1 peperone
  • 2 patate
  • 2 cipolle di tropea
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 2 cucchiai d’aceto
  • olio evo, sale, pepe

Tagliare i peperoni a julienne e saltarli in padella con l’olio per 5-8 minuti. Nel frattempo tagliare le patate a rondelle e sbianchirle in acqua bollente. Toglier i peperoni dalla padella e metter  le patate, saltare per 8-10 minuti a fuoco alto. Quando saranno ben colorite e cotte aggiungere i peperoni e saltare 2-3 minuti, aggiusatare di sale e pepe quindi spegnere.

Per la composta di cipolle: affettare sottilmente la cipolla e mettere in un pentolino con olio a rosolare a fuoco dolce. Quando sarà ben appassita aggiungere lo zucchereo, far caramellare e sfumare con l’aceto quindi salare. Portare a cottura per 10-15 minuti.

In una padella far scaldare bene l’olio, infarinare leggermente il merluzzo e far cuocere sino a che non è ben dorato su tutti i lati.

Ora possiamo comporre il piatto. Posizzionare il merluzzo al centro, adagiare le patate e i peperoni da un lato e la composta di cipolle dal lato opposto, irrorare con dell’olio al prezzemolo e servire.

 

 

 

22 giugno 2010 at 13:14 Lascia un commento

Gran Platò Royal crudo e cotto

La base per questo gran misto di pesce è ovviamente il pesce che deve assolutamente essere freschissimo e di ottima qualità, il resto è tutto molto semplice ma vi assicuro buonissimo, delicato il crudo e gustoso il cotto e inoltre come potete notare di grande effetto il risultato finale.

Scampi e capesante gratinati

Aprire gli scampi a metà. Sciacquar bene le capesante sotto l’acqua e tamponare. Prendere 2 fette di pancarrè, privarle della crosta e frullarle grossolanamente. Tritare il prezzemolo con l’aglio. In una terrina riuniamo il pancarrè, il prezzemolo, 2 cucchiai di pane grattugiato, sale, olio, pepe e mescoliamo. Adagiare sugli scampi un pò di composto e far aderire bene premendo con le mani, fare lo stesso per le capesante, irrorare con un filo d’olio e infornare a 200° per 8/10 minuti.

Osrtiche fine de claires

Quì non c’è molto da fare bisogna solo aprire le osrtiche facendo attenzione a non perdere la loro acqua

Scampi e gamberi rossi in cruditè

 

Aprire gli scampi fresschissimi e di 1° qualità in due, solo il corpo non la testa, togliere il filo nero all’interno, sciacquare e tamponare. Ai gamberi togliamo il carapace e il filo interno quindi li sciacquiamo e li tamponiamo.

Ora possiamo comporre il piatto: gli scampi li adagiamo su di un piatto a raggera, i gamberi li mettiamo nelle conchiglie delle capesante e li alterniamo agli scampi. Prepariamo una vinagret con olio evo, limone, sale e pepe, misceliamo bene e irroriamo il piatto. Le ostriche le adagiamo su di un letto di ghiaccio e guarniamo con limone. Sforniamo i gratinati e mettiamo anche loro in un piatto, portiamo tutto a tavola e  ogni commensale prenderà ciò che vuole dal piatto di portata. Accompagnare con pane nero e burro salato, ottime bollicine e deliziatevi il palato. Se precedete questo piatto con finger food delizie di salmone e calamaro otterete con grande successo un ottima cena, romantica se siete una coppia o di classe se siete con amici.

 

8 giugno 2010 at 11:43 1 commento

Piccola zuppetta di pesce

Ovviamente questa non è una vera zuppa di pesce, che richiede lungo tempo per la preparazione oltre che la pulizia dei vari pesci. E’ una zuppetta veloce e di facile preparazione anche per chi con il pesce non ha dimestichezza. E allora via, mettiamoci alla prova! 🙂

Ingredienti:

  • 1 trancio di pesce spada
  • 12 gamberi
  • 6 calamari
  • 250 g di vongole veraci
  • 6 pomodorini
  • 4 cucchiai di passata di pomodoro
  • 1 spicchio d’aglio e del prezzemolo
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • 8 fette di pane

Ovviamente il pesce deve essere freschissimo. Prima di tutto puliamo e tagliamo ad anelli i calamari. Togliamo il carapace ai gamberi, tagliamo a pezzi lo spada. Le vongole le avremo già messe a spurgare in acqua e sale per un paio d’ore.

In una padella cuociamo i calamari per 10-15 minuti a fuoco vivace con un filo d’olio. In una larga padella mettiamo l’olio, l’aglio e aggiungiamo lo spada. Dopo averlo rosolato da entrambi i lati mettiamo anche i gamberi, i pomodorini tagliati a metà e i calamrai precedentemente scottati. Sfumiamo con il vino e continuiamo a  cuocere per 10 minuti. Nel frattempo nel pentolino dove abbiamo scottato i calamari cuociamo la passata per una decina di minuti. A questo punto nella padella grande aggiungiamo le vongole, la passata di pomodoro e a fuoco vivo  con il coperchio facciamo aprire le vongole. Scopriamo e se risulatasse troppo liquido facciamo rapprendere a fuoco alto. Quindi spegnamo, aggiustiamo di sale e pepe e spolverizziamo con abbondante prezzemolo. Tostiamo delle fette di pane, meglio se del giorno prima, e strofiniamole con dell’aglio. Ora possiamo impiattare. Facciamo attenzione che tutti i commensali abbiano i vari pesci poi guarniamo con il pane, il prezzemolo e un giro d’olio evo, o se vogliamo piccante. Portiamo in tavola. Sono sicura che 2 fette di pane a testa non bastarenno perchè il buono della zuppa ovviamente è il sughetto. 🙂

 

 

18 Maggio 2010 at 12:16 Lascia un commento

Frittele di merluzzo

Ingredienti:

  • 200 g di merluzzo già dissalato
  • 150 g di farina 00
  • 1/2 bustina di lievito istantaneo
  • 1 uovo
  • acqua gassata
  • olio per friggere

In una ciotola mettere l’uovo, la farina, il lievito ed amalgamare, aggiungendo anche l’acqua gassata fredda, fino ad ottenere una pastella liscia e fluida. Tagliare il merluzzo già dissalato ma ancora crudo a pezzi molto piccoli e aggiungerlo alla pastella, quindi amalgamare bene. Scaldare abbondante olio e friggere a cucchiaiate evitando di fare frittelle troppo grosse. Quando sono belle gonfie e dorate scolare le frittele su carta assorbente e servire subito calde.

6 Maggio 2010 at 11:32 Lascia un commento

Branzino con carciofi e patate

Ingredienti:

  • 1 branzino
  • 1 patata
  • 2 carciofi
  • aglio
  • olio evo
  • vino bianco

Cominciamo pulendo i carciofi per poi tagliarli a spicchi. Quindi puliamo anche le patate che tagliamo a fette spesse. Portiamo a bollore dell’acqua e sbianchiamo le patate per 5/8 minuti. Scoliamo le patate e buttiamo nell’acqua i carciofi per 2/3 minuti. In una teglia da forno adagiamo il branzino pulito dopo avergli messo nella pancia del prezzemolo, del sale, del pepe e una fetta di limone. Mettiamo il branzino nel forno caldo per pochi minuti, solo affinchè si scaldi bene la teglia. Estraiamo dal forno la teglia e aggiungiamo le patate e i carciofi, regoliamo di sale e olio quindi rimettiamo in forno. Quando vediamo che il tutto comincia a rosolare bene bagnamo con il vino bianco e finiamo la cottura, 20/25 minuti. Sforniamo, puliamo il branzino e ne facciamo dei filetti che accompagnamo nel piatto con carciofi e patate, un giro d’olio evo e  pepe a piacere. Siamo pronti per servire.

15 aprile 2010 at 09:26 Lascia un commento

Filetti di branzino con patate e pomodorini

Ingredienti:

  •  2 filetti di branzino
  • 1 patata 
  • 2 pomodorini
  • prezzemolo
  • vino bianco

Dopo aver lavato e tagliato le patate facciamole sbianchire per pochi minuti in acqua bollente. Mettiamole quindi in una padella calda con dell’olio e facciamole cuocere, girandole con delicatezza per non romperle, fino a formare la crosticina. Togliamo le patate dalla padella e  teniamole in caldo. Mettiamo allora i filetti del branzino precedentemente sfilettato con la parte della pelle rivolta verso l’alto. Facciamoli rosolare per bene poi giriamoli. Aggiungiamo il vino bianco e lasciamo sfumare. Mettiamo nella padella anche i pomodorini tagliati a metà e lasciamo cuocere per 5/8 minuti. Rimettiamo nella padella le patate e lasciamo insaporire per alcuni minuti. Aggiustiamo di sale, facciamo un giro di prezzemolo ed ecco pronto il nostro piatto.

7 aprile 2010 at 11:11 4 commenti

Quando gli scampi incontrano i molluschi

Ingredienti:

  • 8 scampi
  • 16 gamberi
  • 200g di calamari
  • 1 polipo
  • 2 peperoni in peperlizzia
  • olive nere snocciolate
  • limoni
  • prezzemolo
  • olio evo
  • sale e pepe q.b.

Cominciamo cuocendo il polipo: lo mettiamo in una pentola con acqua bollente alla quale avremo aggiunto 2 cucchiai di aceto, dei grani di pepe, sale e un tappo di sughero (alcuni dicono che non serve a nulla ma io lo faccio sempre e il mio polipo è bello tenero quindi perchè smettere :)). Portiamo a cottura in circa 20/30 minuti, dipende dalla grandezza del polipo.

Puliamo i calamari e tagliamoli a rondelle, li buttiamo in una pentola a bollore dell’acqua salata, per pochi minuti. Da quando riprende il bollore 3/4 minuti sono sufficienti e possiamo scolare.Puliamo i gamberi e gli scampi dal carapace e bolliamo anche loro per pochi minuti come coi calamari. Mi raccomando cuocete ogni tipo di pesce singolarmente e non tutti insieme. Io uso sempre la stessa pentola basta scolarli con una schiumarola e continuare con gli altri.

Prendiamo il polipo bollito, puliamolo della pelle sovrastante e tagliamolo a rondelle. Mettiamo in una terrina e aggiungiamo tutti gli altri pesci al di fuori degli scampi. Spruzziamo con 1 limone spremuto, giriamo bene e lasciamo riposare per 1/2 ora o più (non saltate questo passagio perchè e importante per la riuscita del piatto). A questo punto mettiamo i peperoni tagliati, le olive, il prezzemolo tritato e irroriamo con l’olio. Aggiustiamo di sale se necessario, mettiamo in un piatto di portata e appogiamo sopra gli scampi, quindi serviamo. Consiglio di lasciare la preparazione ad insaporire ancora un pò prima di servirla così tutti i pesci faranno conoscenza fra loro e saranno più armoniosi e ben legati fra loro.

30 marzo 2010 at 08:35 Lascia un commento

Treccia di branzino

Ingredienti:

  • 1 branzino
  • 2 pomodorini
  • olive nere snocciolate
  • capperi
  • prezzemolo
  • 1/2 bicchiere vino bianco

Cominciamo pulendo il branzino: dopo averlo pulito delle interiora lo sfilettiamo ottenendo 2 filetti (se non riuscite potete farlo fare dal pescivendolo), quindi togliamo la pelle passando un coltello tra la carne e la pelle, partendo dalla coda e facendolo scorrere per tutta la sua lunghezza. Sciacquiamo bene sotto l’acqua corrente e asciughiamo. Poniamo quindi il filetto pronto su un tagliere e incidiamolo in 3 parti quindi procediamo intrecciando per creare la treccia.

In una padella facciamo scaldare dell’olio extra vergine d’oliva con uno spicchio d’aglio. Inseriamo le trecce nella padella dalla parte bombata e rosoliamo a fuoco alto per pochi minuti. A questo punto giriamo le trecce e aggiugiamo il vino, le olive, i capperi. Regoliamo anche di sale e pepe e cuociamo tra i 5 r gli 8 minuti (in base alla grandezza del branzino), non di più perchè il pesce troppo cotto diventa asciutto e stopposo. Spegnamo, cospargiamo col prezzemolo tritato e serviamo ancora caldo.

21 marzo 2010 at 22:50 Lascia un commento

Tonno al sesamo

Ingredienti:

  • 1 trancio di tonno fresco
  • sesamo
  • olio extra vergine d’oliva

Tagliamo il trancio di tonno in  pezzi, li ungiamo leggermente con l’olio e poi li facciamo rotolare nel sesamo.

Scaldiamo una padella e li adagiamo dentro. Facciamoli cuocere per 3-4 minuti prima sopra e poi sotto, non di più: il tonno non  va fatto cuocere molto se no diventa stopposo.

Serviamo subito: prepariamo un letto di rucola, saliamo, un giro d’olio e pronti in 6 minuti, un secondo veloce saporito e di grande effetto.

21 febbraio 2010 at 18:06 Lascia un commento

Articoli meno recenti Articoli più recenti


Calendario

ottobre: 2021
L M M G V S D
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Numero di visitatori

  • 1.606.492 visite

Articoli recenti

Licenza Creative Commons
La cucina di Lalla by https://lacucinadilalla.com/ is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License.
Based on a work at lacucinadilalla.com.
Permissions beyond the scope of this license may be available at https://lacucinadilalla.com/.