Archive for ottobre, 2010

Il Tacchino abbraccia la Salsiccia “doppio spiedino”

  • Ingredienti:
  • 1 fetta grande di tacchino
  • sasiccia sottile
  • senape,salvia,rosmarino
  • 1/2 spicchio d’aglio
  • spedini di legno

Spennelare con la senape il tacchino, tritare le erbe aromatiche e cospargerle su tutta la supeficie.

Adagiare un pezzo di salsiccia della stessa linghezza della carne da entrambe le estremità.

Avvolgere bene stretto la salsiccia sino a metà poi fare lo stesso con l’alta parte sino a che non si incontrano i due rotolini.(appunto si abbracciano)

Tenendo ben stretto infilzare gli spiedini ad una distanza di 2cm.

Tagliare tra uno spiedino e l’altro.

Abbiamo così ottenuto i nostri spiedini, cucere su di una padella calda con un filo d’olio, prima afiamma vivace per fare la crosticina esterna poi abbassiamo e continiuamo sino a cottura 8/10 minuti circa.

Servire caldi accompagnati ad un contorno a piacere .Io ho accompagnato con del cavolfiore gratinato.

Annunci

28 ottobre 2010 at 10:07 Lascia un commento

Peperoni a filetti

Ingerdienti:

  • 4 peperoni misti
  • 1  pugno di capperi
  • 2  pugni di olive nere
  • 1 spicchio d’aglio
  • olio, sale, pepe qb
  • origano

Tagliare a filetti i peperoni, scaldare l’olio in una padella, rosolare l’aglio e mettere i peperoni che faremmo saltare a fuoco vivo per 4/5 minuti.

Aggiungere i capperi e le olive, abbassare la fiamma e portare a cottura per 10 minuti circa. Quando i peperoni sono cotti spegnere il fuoco, salare, pepare ed dare un bella spolverata di origano. Servire caldi come contorno altrimenti sono ottimi anche freddi da servire come antipasto accompagnati a dei buoni formaggi o salumi.

27 ottobre 2010 at 12:47 Lascia un commento

Salsiccia e gorgonzola……. siiii ma con la pasta

Ingredienti (per 4 persone):

  • 360 g di pasta
  • 2 salsicce
  • 150g di gorgonzola
  • 1/2 bicchiere di wodka
  • 1/2 cipolla
  •  pepe e olio QB
  • 2 cucchiai di parmigiano

In una padella soffriggere con poco olio la cipolla tagliata finemente. Quando la cipolla è appassita aggiungere la salsiccia senza pelle e sgranarla bene aiutandosi con un cucchiaio di legno. Quando è ben croccante sfumare con la wodka (spostarsi dal fuoco perchè potrebbe fare la fiamma) e portare a cottura (5/8 minuti). Ora aggiungere il gorgonzola e lo lasciarlo sciogliere.

Scolare la pasta al dente direttamente in padella e far saltare per pochi minuti. Spegnere il fuoco e mantecare con il parmigiano e un giro di pepe quindi servire. Nel caso ve lo stiate domandando non ho dimenticato il sale nella ricetta ma non l’ho messo di proposito. La  salsiccia infatti è di per se già molto saporita e altrettanto lo è il gorgonzola quindi non è necessario aggiungere altro sale. 🙂

27 ottobre 2010 at 11:38 Lascia un commento

Piadina sfolgiata

La piadina sfogliata si presenta molto morbida e gonfia in cottura così da poter essere piegata o arrotolata con molta semplicità. Ci sono diverse ricette e modi di prepararle io dopo vari esperimenti ho scelto questa che, a mio avviso, è la più buona e la più simle a quella che si mangia in romagna. 🙂

Ingerdienti:

  • 500g di farina 00
  • 1 cucchiaio di strutto
  • 1/2 bustina di lievito per torte salate
  • sale
  • QB acqua

Per sfogliare: 2 cucchiai di strutto

Per farcire: prosciutto cotto e crudo, scquacquerone, brie, rucola, pomodoro, salsa a scelta

Mettere la farina su una spianatoia, aggiungere lo strutto, il lievito ed il sale e poca acqua, impastare bene in modo da ottenere un impasto non troppo morbido,  lasciare riposare una mezz’ora.

Trascorso il tempo di riposo stendere con un mattarello in una sfoglia sottile.

Sciogliere in una ciotolina lo strutto (va benissimo il microonde) e spennellare tutta la superficie della sfoglia.

Arrotolare sino a formare un salsicciotto.

Ora porzionare, quì dipende dalla grandezza che scegliete di dare alle vostre piadine, io ne ho ricavate 6.

Prendere ogni singolo pezzo e chiudere i lati premendo con le dita. Dare la forma di una palla portando gli angoli verso l’interno.

Porre le palline su un vassoio, coprire con pellicola e lasciare riposare in frigorifero per 1 ora.

Stendere ogni pallina col mattarello.

Scaldare una padella antiaderente e porvi la piadina. Mentre cuoce noterete, come nella foto, che si formano le bolle tipiche di una piadina ben sfogliata. 🙂 Cuocere per 2/3 minuti per lato.

Ora potete farcire le vostre piadine. Come vedete in foto io ho farcito con prosciutto crudo, squacquerone e rucola quella arrotolata.

Con prosciutto cotto, briè e pomodoro quella piegata a metà.

Queste due farciture sono ottime e tra le più tipiche ma potete farcirle come più vi piace. 🙂 Se ne fate in abbondanza vi  consiglio di congelarle. Per farlo dovete porle in freezer prima singolarmente appogiate su un vassoio e una volte ben congelate porle negli appositi sacchetti per alimenti anche una sull’altra. All’occorenza porrete la piadina ancora congelata sulla piastra rovente e sarà ottima come appena fatta. Per questo secondo me una volta che si decide di farle e di impiegare tempo conviene farne in più così ne avrete una scorta pronta all’occorrenza. 🙂

26 ottobre 2010 at 09:51 5 commenti

Polpette di Zucchine filanti

 

Ingredienti:

  • 5 zucchine
  • 1 scalogno
  • 100 g di fontina
  • 100g di parmigiano
  • 2 fette di pancarrè
  • latte
  • 1 uovo
  • 3 cucchiai di farina
  • basilico, sale e pepe qb
  • pane grattugiato
  • olio per friggere

Grattugiare le zucchine con una grattugia a fori grossi e rosolare in padella con lo scalogno e un po d’olio. Dovete cuocerle sino a che avranno rilasciato tutta la loro acqua.

Nel frattempo in una ciotola mettere la farina e tanta acqua quanta ne basta per ottenere una pastella non troppo densa.

Bagnare il pancarrè nel latte e strizzarlo bene, aggiungere l’uovo ed amalgamate.

Quando le zucchine sono fredde porle e in una ciotola e aggiungere l’uovo con il pancarrè, il parmigiano, il basilico tritato quindi aggiustate di sale e pepe. Se l’impasto dovesse risultare troppo molle aggiungere 1 cucchiaio di pane grattugiato.

Ora si possono confezionare le polpette. Prelavare un pò d’impasto, mettere al suo interno un cubetto di fontina e richiudere. Premere bene fino ad ottenere una pallina ben compatta. Continuare sino ad esaurimento degli i ngredienti.

Passare le polpette prima nella pastella poi nel pane grattugiato.

Lasciare riposare in frigorifero per almeno mezz’ora.

Friggere in abbondante olio bollente, scolare su carta assorbente e servire ben calde. Io le ho servite come secondo piatto accompagnate con della verdura ma se le fate più piccoline sono ottime anche come aperitivo o antipasto. 🙂

21 ottobre 2010 at 10:16 3 commenti

La pasta al pomodoro della Nonna “Destrutturata”

Perchè  pasta della nonna? La mia nonna il pomodoro lo faceva così: imbiondiva la cipolla nel burro, versava il  pomomdoro e una volta condita la pasta si aggiungeva abbondante parmigiano, basilico e una piccola noce di burro sopra. Io allora  nel destrutturare la pasta della mia nonna il basilico l’ho messo nella sfoglia, il pomodoro all’interno del raviolo insieme al parmigiano, ma ben distinti  fra loro, e con le cipolle  ho fatto la salsa da usare come fondo. Ecco la mia pasta al pomodoro e basilico destrutturata. 🙂

Ingredienti per i ravioli:

  • Sfoglia per ravioli
  • 500g di passata di pomodoro(meglio se fresco)
  • 1/2 cipolla
  • 200g di parmigiano
  • 1 cucchiaio di panna
  • olio, basilico, aglio
  • sale qb

per la salsa:

  • 2 cipolle bionde, burro, olio, parmigiano, basilico
  • vino bianco

Cominciamo a preparare la sfolgia per i ravioli, copriamola con pellicola e lasciamo riposare 1 ora.

Prepariamo il pomodoro soffrigendo uno spicchio d’aglio con l’olio e lasciamo cuocere sino a che non si restringe, deve risultare asciutto come una crema soda. Spegnamo, aggiungiamo il basilico, sale e lasciamo raffreddare.

Conterporanemente scaldiamo un padellino e vi mettiamo una noce di burro, un cucchiaio di panna ed il parmigiano. Lasciamo sciogliere e otteniamo anche quì una crema densa, lasciamo raffreddare.

Ora stendiamo la sfoglia. Dopo il primo passagio nella macchinetta, quello che lascia la sfoglia più spessa, mettiamo il basilico tritato sulla sfoglia e pieghiamo in due. Ripassiamo la sfoglia infarnandola bene sino ad ottenere un sfoglia sottile.

Ora che abbiamo tutti gli ingredienti pronti possiamo cominciare a confezionare i nostri ravioli.

Ricaviamo dei quadrati dalla nostra sfoglia e adagiamo una piccola porzione di ripieno al pomodoro affiancato da una di parmigiano. Pieghiamo a triangolo e congiungiamo i lati, continiuamo sino ad esaurimento degli ingedienti.

Lasciamo asciugare su un vassoio.

Ora che i nostri ravioli sono pronti passiamo alla salsa (che potete preparare prima così che cuoccia mentre confezionate i ravioli). Tagliamo la cipolla e facciamola rosolare a fuoco lento con una noce di burro e un cucchiaio d’olio. Quando sarà appassita aggiungiamo 1/2 bicchiere di vino bianco e continuiamo la cottura per 30/40 minuti, deve essere ben cotta così sarà più digeribile.

Frulliamo la cipolla sino ad ottenere una crema fine, rimettiamo sul fuoco e sobboliamo per alcuni minuti. Aggiungiamo 2 cucchiai di parmigiano, facciamo sciogliere e spegniamo.

Portiamo ad ebollizione abbondante acqua salata e cuociamo i ravioli per pochi minuti.

Scoliamo i ravioli in una padella dove avremo fatto sciogliere una piccola noce di burro con un po’ d’acqua di cottura e spadelliamo delicatamente per 1 minuto.

Possiamo quindi comporre il nostro piatto: adagiamo un po’ di salsa a specchio su un  piatto da portata, adagiamo sopra i ravioli, una spruzzata di parmigiano e così avremo la nostra pasta della nonna. 🙂

Nella foto si vede bene come il ripieno rimane separato e il basilico nella pasta ne favorisce gusto e colore. In un sol boccone tutto si fonderà in bocca per  ricordarvi con un pò di modernità la pasta che si mangiava da bambini. Ah dimenticavo, è a Milano che naturalmente il sugo di pomodoro si fa così. 🙂

20 ottobre 2010 at 15:03 2 commenti

Fusilli Buttafuoco

Ingredienti:

  • 380g di fusilli
  • 200g di salame piccante
  • 1 mazzetto di rucola selvatica
  • basilico, aglio
  • 3 cucchiai di pecorino
  • 1/2 bicchiere di wodka
  • sale e olio QB

Tagliare a listarelle sottili il salame e farlo rosolare in una padella con uno spicchio d’aglio.

Quando è ben croccante sfumare con la wodka (fare questa operazione spostando la padella dal fuoco perche potrebbe fare la fiamma).

Cuocere i fusilli in abbondante acqua salata e quando manca un minuto alla fine della cottura buttare la rucola leggermente spezzata nell’acqua di cottura. Lasciare bollire tutto insieme per l’ultimo minuto.

 

 

Scolare la pasta direttamente nella padella e aiutandosi con un po’ d’acqua di cottura fare saltare. Spegnere la fiamma e aggiungere il basilico e il pecorino, rimestare bene. Servire spolverizzando con il pecorino.

19 ottobre 2010 at 12:18 1 commento

Articoli meno recenti


Calendario

ottobre: 2010
L M M G V S D
« Set   Nov »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Numero di visitatori

  • 1.501.600 visite

Articoli recenti

Licenza Creative Commons
La cucina di Lalla by https://lacucinadilalla.com/ is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License.
Based on a work at lacucinadilalla.com.
Permissions beyond the scope of this license may be available at https://lacucinadilalla.com/.