Archive for 8 giugno 2010

Pane Nero (lievito Madre)

Ingredienti:

  • 500g di farina per pane nero
  • 200g di lievito madre
  • 1 cucchiaio di malto
  • 1 cucchiaio di olio
  • 2 cucchiaini rasi di sale

In una ciotola con 200 cc di acqua sciogliere il lievito madre, rinfrescato la sera precedente e 2volte nell’arco della giornata, con il malto, l’olio e il sale. Porre la farina sulla spianatoia e versare il composto di lievito, impastare bene fino a ottenere un impasto liscio ed omogeneo. Se neccessario aggiungere altra acqua. Fare una palla, ungerla bene con l’olio e porre in una ciotola coperta da pellicola e lasciare lievitare tutta la notte.

appena impastata

al mattino ben lievitata

Al mattino prendere l’impasto e rovesciarlo sulla spianatoia, lavorarlo delicatamente e suddividerlo in 4  pezzi. Fare delle pieghe sovrapponendo prima un lato e poi l’altro. Oliare gli stampi da plumcake e metterci il pane, lasciarlo lievitare per 3-4 ore. Portare il forno a 250° con un pentolino d’acqua (per mantenere umidità) ed inforniamo per 10 minuti. Abbassiamo a 180° per 15 minuti. Sforniamo, togliamo il contenitore e ripassiamo in forno per 5/8 minuti.

Sforniamo e lasciamo raffreddare su di una grattella o un cestini di vimini. Affettiamo e serviamo accompagnato al più classico burro salato o formaggi, affettati o come più vi piace. Oppure potete fare come ho fatto io che l’ho preparato per servirlo con il Gran Plato Royal crudo e cotto.

 

8 giugno 2010 at 12:58 1 commento

Gran Platò Royal crudo e cotto

La base per questo gran misto di pesce è ovviamente il pesce che deve assolutamente essere freschissimo e di ottima qualità, il resto è tutto molto semplice ma vi assicuro buonissimo, delicato il crudo e gustoso il cotto e inoltre come potete notare di grande effetto il risultato finale.

Scampi e capesante gratinati

Aprire gli scampi a metà. Sciacquar bene le capesante sotto l’acqua e tamponare. Prendere 2 fette di pancarrè, privarle della crosta e frullarle grossolanamente. Tritare il prezzemolo con l’aglio. In una terrina riuniamo il pancarrè, il prezzemolo, 2 cucchiai di pane grattugiato, sale, olio, pepe e mescoliamo. Adagiare sugli scampi un pò di composto e far aderire bene premendo con le mani, fare lo stesso per le capesante, irrorare con un filo d’olio e infornare a 200° per 8/10 minuti.

Osrtiche fine de claires

Quì non c’è molto da fare bisogna solo aprire le osrtiche facendo attenzione a non perdere la loro acqua

Scampi e gamberi rossi in cruditè

 

Aprire gli scampi fresschissimi e di 1° qualità in due, solo il corpo non la testa, togliere il filo nero all’interno, sciacquare e tamponare. Ai gamberi togliamo il carapace e il filo interno quindi li sciacquiamo e li tamponiamo.

Ora possiamo comporre il piatto: gli scampi li adagiamo su di un piatto a raggera, i gamberi li mettiamo nelle conchiglie delle capesante e li alterniamo agli scampi. Prepariamo una vinagret con olio evo, limone, sale e pepe, misceliamo bene e irroriamo il piatto. Le ostriche le adagiamo su di un letto di ghiaccio e guarniamo con limone. Sforniamo i gratinati e mettiamo anche loro in un piatto, portiamo tutto a tavola e  ogni commensale prenderà ciò che vuole dal piatto di portata. Accompagnare con pane nero e burro salato, ottime bollicine e deliziatevi il palato. Se precedete questo piatto con finger food delizie di salmone e calamaro otterete con grande successo un ottima cena, romantica se siete una coppia o di classe se siete con amici.

 

8 giugno 2010 at 11:43 1 commento

FINGER-FOOD Delizie di salmone e calamaro

  

Cestini con mousse al salmone e le sue uova.

Con la pasta brisè tagliamo dei cerchi e mettiamoli capovolti su delle piccole coccotine, bucherelliamo la superficie per far si che non gonfi in cottura e mettiamoli a cuocere in forno. Nel frattempo in un frullatore mettiamo 100g di salmone affumicato, 1 cucchiaio di philadelphia, 1 cucchiaino di panna fresca, 1 cucchiaino di brandy, 10 g di burro e frulliamo bene fino a che non sarà ben amalgamato e montato. Sforniamo i cestini e lasciamo raffreddare.

Crostino al salmone affumicato

Prendere delle fette di pancarrè e tagliarle a piccoli cerchi, tostarle, spalmare con del burro salato quindi arrotolare un fettina  di salmone e porla sul crostino.

Tartar di calamaro

Puliamo un calamaro freschissimo e tagliamolo prima a sottili listarelle poi a quadrucci. Porre in una ciotola con il succo di limone e salare, porre in frigorifero per 30 minuti.

Turbante di calamaro

Prendiamo un calamaro e una volta pulito tagliamolo in 2 parti. Scaldiamo una padella antiaderente  con un filo d’olio e scottiamo da un lato il calamaro. Togliamolo dalla padella e arrotoliamo su se stesso dalla parte cotta, fermiamo con uno stuzzicadenti e cuociamo tutte le parti per pochi minuti. Mettiamolo in una ciotola dove avremmo messo oilo, sale, pepe e lasciamo insaporire e raffreddare.

Ora che abbiamo tutti gli ingredienti pronti possiamo assemblare il piatto. Nei cestini mettiamo la mousse preparata e guarniamo con le uova di salmone.Icrostini li gurniamo con dell’erba cipollina. Scoliamo la tartare di calamaro dal liquido e condiamo con olio evo e pepe quindi mettiamo su un cucchiaio apposito per finger food, spolverizziamo con del prezzemolo tritato. Scoliamo dal suo liquido anche il turbante di calamaro, tagliamo in 2 e appogiamo sul cucchiaio. Serviamo il piatto come aperitivo o antipasto accompagnato con delle bollicine fresche.

8 giugno 2010 at 11:40 1 commento


Calendario

giugno: 2010
L M M G V S D
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930  

Numero di visitatori

  • 1.550.008 visite

Articoli recenti

Licenza Creative Commons
La cucina di Lalla by https://lacucinadilalla.com/ is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License.
Based on a work at lacucinadilalla.com.
Permissions beyond the scope of this license may be available at https://lacucinadilalla.com/.