Archive for marzo, 2010

Quaglia disossata in doppia cottura

Ingredienti:

  • 1 quaglia
  • 2 uova di quaglia
  • 1 fetta di pancarrè
  • salvia
  • rosmarino
  • cipolla
  • carota
  • 1/2 bicchiere di brandy
  • 1 pezzetto di fontina stagionata

Questa ricetta non è molto semplice anzi direi che è proprio complicata ma con un po’ di tempo e pazienza avrete un piatto di  qualità e di grande effetto. Io vi do le dosi per 1 quaglia quindi per 1 commensale.

Iniziamo disossando la quaglia, dobbiamo ottenere 2 petti e 2 cosce. Per prima cosa stacchiamo le cosce e dopo con un coltello per disossare separiamo il petto dalla carcassa (che terremo da parte). Con la carcassa facciamo il ristretto per ottenenre la salsa: mettiamo in una pentola 1/2 cipolla, una picolla carota, salvia, rosmarino e facciamo rosolare bene. Aggiungiamo anche la carcassa e dopo qualche minuto sfumiamo con del brandy. Poi aggiungiamo acqua fino a coprire, saliamo, pepiamo, copriamo e lasciamo cuocere a fuco basso per 1 ora, si deve ridurre di 3/4.

Continiuamo con la quaglia. Rompiamo e sbattiamo le uova in una ciotolina. Frulliamo il pane, dopo averlo privato della crosta, con la salvia .

Prendiamo i petti e li battiamo leggermente col pesta carne, quindi li passiamo prima nella farina poi nell’uovo ed infine nel pane frullato alla salvia. Mi raccomando quest’operazione va fatta solo dalla parte interna cioè dove non vi è la pelle facendo particolare attenzione a non sporcare la parte con la pelle. Facciamo la stessa operazione con il bastoncino di fontina e poi riponiamolo in frigorifero.

Adagiamo i petti così impanati su di un piatto con la pelle rivolta verso l’alto insieme alle cosce , ungiamo leggermente  sia le cosce che i petti, saliamo pepiamo quindi massagiamo bene per far sì che il condimento vada d’appertutto.

Scaldiamo una padella e mettiamo prima le cosce  con gli aromi e rosoliamo bene da entrambi le part,i ci vorranno circa 6/8 minuti. Togliamo e mettiamo i petti dalla parte della pelle e schiacciamo per far in modo che tutta la pelle venga acontatto con il calore e si formi la crosticina, circa 4/6 minuti. Togliamo e teniamo in caldo assieme allae cosce.

In un padellino facciamo fondere il burro chiarificato. Aggiungiamo i petti questa volta dalla parte impanata e cuciamo fino a che non sono dorati quindi asciugiamo su carta assorbente. Prendiamo il bastoncino di fontina dal frigorifero e cuociamo anche lui nel burro.

Torniamo alla carcassa:  filtriamo il liquido di cottura ed aggiungiamo 1 cucchiaino di roux (burro e farina), facciamo sciogliere ed addensare bene cosi otteniamo la salsa. Possiamo  ora cominciare ad assemblare il piatto.

Io come base ho messo 2 fette di patate arrostite, vi ho adagiato sopra i petti. le cosce e il bastoncino di fontina quindi ho irrorato con la salsa. Sono d’accordo che non è la ricetta più semplice del mondo ma vi assicuro un successo garantito. 🙂

18 marzo 2010 at 13:33 Lascia un commento

Uova stapazzate funghi e speck

 

Questo è un piatto semplice e veloce che tutti preparano, sopratutto quando in casa non cè niente. Si apre il frigorifero e con quello che troviamo, le uova non mancano mai :), improvvisiamo. Io l’altra sera ho provato questa ricetta.

Ingredienti:

  • 2 uova
  • 2 fette di speck
  • 5 funghi champignon
  • sale e pepe q.b.
  • 1 cucchiaio di latte

Per prima cosa ho scaldato una padella antiaderente e vi ho messo i funghi puliti e tagliati a rosolare per alcuni minuti. Ho quindi aggiunto lo speck tagliato a striscioline. Nel frattempo ho sbattuto le uova con 1 cucchiaio di latte, un po’ di parmigiano, sale e pepe.

Quando lo speck è diventato bello croccante aggiungo le uova e le lascio cuocere a fuoco basso per 2/3 minuti continuando a mescolare. Le uova non devono cuocere troppo ma rimanere morbide (poi dipende dai vostri gusti). Possiamo allora impiattare, io ho aggiunto delle fette di pane tostate.

18 marzo 2010 at 13:27 Lascia un commento

Baguette farcita e gratinata

La baguette, tipico pane francese, viene usata dai francesi in svariati modi. Uno di questi è  tagliarla a metà e, dopo averla farcita, cuocerla. Io vi propongo due ricette: una preparata seguendo la ricetta francese e l’altra inventata da me che ho chiamato mediterranea :).

Ingredienti: versione francese

  • 1 baguette  (va benissimo del giorno prima)                                                                                                                                                                                                                                                                                  
  • 100g di funghi champignon
  • 50g di pancetta
  • 100g di briee

Ingredienti: versione mediteranea

  • 1 baguette
  • 4 pomodorini
  • 1 mozzarella
  • olive nere snocciolate 
  • capperi

Cominciamo tagliando la baguette a metà per il lungo, aiutandoci con un coltello togliamo un pò di mollica dal centro.

Nel frattempo rosoliamo in una padella i funghi, ben lavati e tagilati, con la pancetta per 5/7 minuti e lasciamo raffreddare.

In un’altra padella facciamo saltare a fuoco vivace i pomodorini tagliati a metà con i capperi e le olive per pochi minuti (2/3).

Prendiamo metà della baguette e mettiamoci sopra  i funghi quindi premiamo bene per farli aderira al pane. Mettiamo sopra anche il briee tagliato a strisce.

Sull’altra metà mettiamo la mozzarella tagliata a cubetti, facciamo l’operazione di prima premendo bene, e adagiamo sopra i pomodorini.

Spolverizziamo le baguette con del parmigiano e un filo d’olio (i francesi ovviamenta mettono il burro). Inforniamo a 180° per 5 minuti e finiamo per 2 minuti con il grill.

Potete usare queste baguette tagliate poi a pezzi come antipasto o come aperitivo o accompagnarla con del’insalata fresca come secondo.

18 marzo 2010 at 12:45 Lascia un commento

Tortino di patate veloce

Per preparare una torta di patate ci vuole tempo,bisogna accendere il forno e far cuocere per parecchio tampo, io vi propongo una ricetta più semplice e più veloce ma ugualmente gustosa.

Ingredienti:

  • patate
  • pancetta
  • salvia
  • formaggio (fontina, ementhal, scamorza, ecc….)

Peliamo e laviamo le patate e tagliamole a piccoli cubetti. Facciamo scottare i cubetti in acqua bollente per 10 minuti. Nel frattempo in una padella calda mettiamo la pancetta e la salvia, rosoliamo bene. Qunado la pacetta è bella croccante aggiungiamo le patate ben scolate. Facciamo saltare fino a che non si forma la crosticina croccante. Aggiungiamo il formaggio, giriamo bene una sola volta e poi con una paletta schiacciamo il composto. Copriamo e lasciamo cuocere per alcuni minuti poi giriamo come si fà per la frittata e portiamo a cottura anche dall’altra parte. Impiattiamo ed abbiamo così ottenuto in 15 minuti un tortino buono e gustoso. Io l’ho accompagnato a delle melanzane saltate e della bresaola così ho un piatto unico.

16 marzo 2010 at 20:47 1 commento

Ravioli ricotta e pesto al pomodoro fresco

Ingredienti (per 4 persone):

Per la pasta:

Per il ripieno:

  • 300g di ricotta di pecora
  • 2 cucchiai di pesto fresco
  • 50g di parmigiano

Per condire:

  • passata di pomodoro fresco
  • basilico
  • pecorino
  • 1 spicchio d’aglio

Per prima cosa prepariamo la pasta fresca. Mentre l’impasto riposa procediamo con la preparazione del ripieno. In una citola mettiamo la ricotta, il pesto ed il parmigiano quindi mescoliamo bene fino a far diventare il tutto una crema.

Cominciamo a tirare la nostra sfoglia, per fare i ravioli io la tira molto sottile ma ovviamente potete scegliere secondo il vostro gusto. Adagiamo la sfoglia su una spianatoia e facciamo dei mucchietti di ripieno distanziati 1 cm uno d’altro (io ho usato una tasca da pasticciere ma potete farlo anche con un cucchiaino). Ripieghiamo la sfoglia su se stessa e ci aiutiamo con le mani premendo bene intorno al composto per far uscire l’aria (prestate molto attenzione a questa operazione perché le eventuali bolle d’aria nel raviolo lo faranno rompere in cottura). Poi con una rotella  tagliamo i ravioli. Continiuamo con la restante sfoglia e ripieno fino ad esaurire gli ingredienti. Mettiamo i ravioli, ben infarinati, in dei vassoi stando bene attenti a non sovrapporli per non farli attaccare.

Prepariamo il sugo: in una pentola mettiamo uno spicchio d’aglio con l’olio extra vergine d’oliva e faccimolo rosolare.  Aggiungiamo i pomodori precedentemente passati, aggiustiamo di sale e pepe e facciamo cuocere per 30 minuti. Una volta spento aggiungiamo abbondante basilico.

Facciamo cuocere i ravioli in abbondante acqua salata per pochi minuti (2/3). Scoliamo (meglio se con una schiumarola) e condiamo con abbondante sugo, una grattatta di pecorino e serviamo subito caldi e fumanti.

12 marzo 2010 at 13:26 Lascia un commento

Pasta fresca per ravioli o tagliatelle

Ingredienti:
  • 500g di farina 00
  • 5 uova
  • sale
  • un filo d’olio

    

Questo è l’impasto base per fare la sfoglia che poi ci servirà per confezzionare i ravioli con il ripieno che più preferiamo. Per quanto riguarda le dosi teniamo conto di 1 uovo ogni persona e per ogni uovo 100g di farina. Le dosi ovviamente sono molto soggettive quindi dopo aver provato la prima volta potrete valutare se con queste dosi vi viene troppa pasta o troppo poca.    

Su di una spianatoia mettiamo la farina, le uova, il sale ed un filo d’olio, quindi cominciamo ad impastare fino ad ottenere un impasto liscio. Copriamo con della pellicola e lasciamo riposare almeno un’ora a temperatura ambiente. Se volete prepararla prima potete riporla in frigorifero per più tempo, ma non più di una giornata se no non riuscite più a tirarla.    

Impastiamo le uova con la farina

  

Prendiamo la pasta e cominciamo a stenderla con la macchina, io ho quella elettrica ma la classica nonna papera con la manovella và benissimo. Cominciamo sempre partendo dallo spessore piu largo e man mano diminuiamo fino ad arrivare allo spessore desiderato. Ad ogni passagio bisogna infarinare un pochino la pasta con della farina di grano duro.  

Lasciamo riposare l'impasto

  

Mi raccomando per confezzionare i ravioli fate una sfoglia alla volta, la riempite e procedete con un altra sfoglia. Se fate prima tutte le sfoglie e poi fate i ravioli la sfoglia si secca e non si chiuderanno bene, rischiando di aprirsi in cottura. Se la sfoglia vi dovesse risultare un po asciutta, inumidite i lembi dei ravioli con un po d’acqua prima di sigillarli. La cosa ideale è essere in due: una persona tira la sfoglia e l’altra confezione i ravioli (come faccio io con la mia adorabile figlia :)).   

Tirariamo la sfoglia fino a spessore desiderato

  

Questo impasto tirato a sfoglia più o meno sottile si può utilizzare per tagliatelle, tagliolini , lasagne, o come meglio preferite o come la vostra fantasia vi suggerisce. Solitamente quando io devo fare i ravioli faccio più pasta del necessario e una volta finito il ripieno uso la pasta che mi avanza per fare le tagliatelle.

12 marzo 2010 at 12:52 11 commenti

Gnocco fritto e pizzette

Ingredienti:

  • 300g farina 00
  • 200g farina manitoba
  • 1 cucchiaino di strutto
  • 1 bustina di lievito disidratato (o un cubetto di fresco)
  • 100cc di latte
  • sale

Per  accompagnare:

  • passata di pomodoro
  • parmigiano
  • basilico
  • affetati misti

Mescoliamo le 2 farine e disponiamole a fontana. Al centro mettiamo lo strutto, il lievito, il latte e iniziamo a impastare. Quindi aggiungiamo il sale e l’acqua necessaria a  formare un impasto bello liscio, facciamo la classica palla e la copriamo con uno stofinaccio umido. Lasciamo lievitare in forno spento sino al raddoppio (2/3 ore circa).

Nel frattempo avremo fatto un sugo semplice con del pomodoro e basilico.

Prendiamo la pasta lievitata e dividiamo in 2 pezzi. Con il primo stendiamo una pasta abbastanza sottile e con una rotella tagliapasta formiamo dei rombi di pasta, lasciamoli riposare ancora mezz’ora.

Stendiamo il secondo pezzo, leggermente più spesso (1cm più o meno), e coppiamo la pasta con dei coppapasta tondi. Con la forchetta pratichiamo dei buchi al centro di ogni cerchio per far si che in cottura il centro non gonfi.

Scaldiamo abbondante olio per friggere e cominciamo con i rombi friggendoli pochi per volta e girandoli spesso in cottura. Adagiamoli su carta assorbente e serviamoli subito con affettati vari. Passiamo alle pizzette che vanno fritte allo stesso modo, ma una volta scolate dall’olio in eccesso vanno poggiate su un piatto di portata. Mettiamo quindi al centro di ogni disco un po’ di pomodoro, una spolverata di parmigiano, una fogliolina di basilico e gustiamo subito ben calde. 🙂

10 marzo 2010 at 13:46 Lascia un commento

Tortelloni radicchio e gorgonzola con burro alle noci

Ingredienti:

  • pasta fresca per 4
  • 250 di gorgonzola dolce
  • 2 cespi di radicchio di treviso
  • 100g di ricotta
  • 20 noci
  • burro

Per prima cosa prepariamo la pasta fresca. Mentre la pasta riposa iniziamo a preparare il ripieno: mettiamo in una padella il radicchio, precedentemente lavato e tritato, con un filo d’olio e facciamo rosolare per 10 minuti. Nel frattempo in una ciotola mettiamo la ricotta, il gorgonzola, 2 cucchiai di parmigiano ed amalgamiamo bene. Quando il radicchio si è raffreddato aggiungiamolo al composto e lasciamo riposare.

Prendiamo la pasta e iniziamo a strenderla con la macchina o a mano, come preferite. Ricopriamo con una sfoglia di pasta uno stampo per ravioli, vi mettiamo all’interno il composto ottenuto e ricopriamo con un’atra sfoglia. Facciamo aderire bene le due sfoglie passando il mattarello. Poi con una rotella li separiamo e otteniamo così i nostri ravioli. Proseguiamo a confezionare i ravioli fino a che non abbiamo finito tutti gli ingredienti. Io ho usato uno stampo perchè permette di fare i ravioli più velocemente e di farli tutti uguali ma se volete potete confezzionarli a mano nella forma che più vi piace. Una volta pronti i ravioli lasciamoli asciugare leggermente infarinati e separati per non farli attaccare.

Mentre l’acqua prende bollore prepariamo il condimento. In una padella mettiamo le noci tritate grossolanamente con metà del burro e facciamo soffrigere per alcuni minuti. Quindi spegnamo ed aggiungiamo l’alta metà del burro che si fonderà con il calore della pentola.

Buttiamo i ravioli nell’acqua bolllente salata e facciamo cuocere per 2/3 minuti (la pasta fresca vuole poco tempo di cottura). Mettiamo i ravioli appena scolati direttamente nella padella e saltiamo per alcun secondi delicatamente. Per non rischiare di romperli è meglio non usare lo scolapasta ma tirar fuori i ravioli dall’aqua bollente con una schiumarola. Adesso impiattiamo e a piacere cospargiamo con del parmigiano.

.

9 marzo 2010 at 18:40 1 commento

Focaccia semplice

Stendiamo in una teglia oleata la pasta già ben lievitata. Quindi prepariamo la salamoia: 2 parti olio 1 parte acqua, mescoliamo bene e versiamo sulla focaccia. Premiamo con le dita per far sì che si formino dei buchi e lasciamo lievitare 1 ora. Prima di infornare passiamo ancora le dita sull’impast. Nel forno caldo a 250° inserire un pentolino d’acqua per creare del vapore ed infornare. Dopo 10 minuti abbassiamo a 200° per altri 10 minuti o comunque fino a doratura.

5 marzo 2010 at 17:53 Lascia un commento

Focaccia con la scarola

Ingredienti:

Abbiamo l’impasto base già pronto quindi possiamo cominciare a preparare il ripieno.

Prendiamo la scarola e la sbollentiamo per alcuni minuti in acqua bollente. Nel frattempo in una padella mettiamo l’olio con le acciughe e le facciamo sciogliere. Aggiungiamo le olive e i capperi dissalati, rosoliamo pochi minuti e vi mettiamo la scarola scolata. Saltiamo finchè non asciuga tutta l’acqua di cottura, spegnamo lasciamo raffredare.

Stendiamo un disco di pasta e mettiamolo in una teglia unta d’olio, cospargiamo con del parmigiano, mettiamo la scarola e poi ancora parmigiano e chiudiamo con un disco di pasta. Prepariamo la salamoia in un bicchiere mettendo 2 parti d’olio e 1 parte d’acqua, mescoliamo bene fino ad ottenere quasi una salsa e rovesciamo sull’impasto. Con le dita cospargiamo bene e schiacciamo legermente per praticare delle picolle fossette. Cospargiamo con del sale grosso leggermente battuto, lasciamo lievitare per almeno 1 ora ed inforniamo a 250° per 10 minuti. Ricordatevi al momento di infornare di mettere nel forno un pentolino con dell’acqua in modo che crei nel forno del vapore. Dopo i primi 10 minuti abbassiamo a 200° e finiamo di cuocere (il tempo di cottura dipende molto dal vostro forno perciò regolatevi voi). Sforniamo, lasciamo raffreddare su una graticola e serviamo.

5 marzo 2010 at 17:38 Lascia un commento

Articoli meno recenti Articoli più recenti


Calendario

marzo: 2010
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

Numero di visitatori

  • 1.550.201 visite

Articoli recenti

Licenza Creative Commons
La cucina di Lalla by https://lacucinadilalla.com/ is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License.
Based on a work at lacucinadilalla.com.
Permissions beyond the scope of this license may be available at https://lacucinadilalla.com/.