Tex-mex di casa mia

24 marzo 2010 at 10:21 Lascia un commento


La cucina tex-mex ha preso piede nel nostro paese e la si può gustare in diversi locali e in svariati modi, io l’ho adattata ai nostri gusti preparando questo menù:   

  • prima di tutto l’immancabile pollo con i peperoni che usano per riempire le tortillias
  • pane arabo fatto in casa da me per sostituire le tortillas
  • alette di pollo che loro fanno tipicamente fritte ma che vi propongo in una ricetta più leggere ma altrettanto sfiziosa
  • salsa piccante: ingrediente fondamentale per la cucina messicana
  • chips di pane che ho fatto per intingerle nella salsa al posto dei nachos  

 Preperando tutti o solo alcuni di questi piatti sarete in grado di portare in tavola tutto il saporo del messicoPrima di tutto ci vuole il pane e normalmente viene usata la tortilias, io invece uso il pane tipo arabo che confezziono io, poi si passa alla carna uso anch’io quella di pollo, la salsa la preparo molto simile alla loro, i nachos che sono le loro patatine da intingere nella salsa io le sostituisco con delle chips di pane e ora vediamo come prepare la nostra serata tex-mex.     

    

Cominciamo con la salsa: prendiamo 1/2 peperone rosso1/2 giallo (se sono grossi altrimenti anche uno intero per colore). Dopo averli lavati tagliamoli a piccoli quadrati, più piccoli riuscite meglio è. Facciamo lo stesso con 4 o 5 cipollotti freschi. Prendiamo 4 pomodori maturi e sbollentiamoli in acqua bollente per 1 minuto, poi appena scolati mettiamoli in una ciotola con acqua e ghiaccio, questo renderà più semplice togliere la pelle. Dopo aver tolto anche i semi prendiamo 2 dei pomodori e riduciamo anche loro a quadretti piccoli. Prendiamo quindi gli altri 2 pomodori e li mettiamo in un frullatore con i peperoncini piccanti (meglio se i jalapenos, quelli verdi piccanti che si trovano in vasetto), 1/3 della cipolla, 1/3 dei peperoni e frulliamo a scatti per non formare una poltiglia, deve risultare una salsa grossolana. In una ciotola uniamo il composto frullato al resto degli ingredienti, aggiungiamo abbondante olio, aggiustiamo di sale e mescoliamo bene. Prendiamo una pentola antiaderente e facciamola scaldare bene, buttiamo dentro tutta la salsa e scaldiamola a fuoco vivace, quando raggiunge il bollere mascoliamo bene e spegniamo, non deve cuocere. Riponiamola in una ciotola e lasciamo raffredare.  Da intingere nella salsa io ho fatto delle chips di pane, le faccio sempre quando mi trovo del pane raffermo in casa, sono semplicissime da fare, molto sfiziose e evitano gli sprechi. 🙂 Prendiamo 2 panini di grano duro del giorno prima e tagliamo delle fette molto sottili (io uso l’affettatrice ma con un po’ di pazienza si riesce anche a mano). Disponiamo le fette di pane su una teglia e cospargiamole con sale, origano e un filo d’olio. Mettiamo in forno a 150° per 10/15 minuti, devono seccare ma non diventare scure quindi la temperatura del forno non deve esssere troppo alta. Lasciate raffreddare una volta sfornate.     

    

Passiamo ora al piatto forte: il pollo. Tagliamo la carne a strisce fini e tagliamo anche  le due metà di peperoni che ci sono rimaste dalla preparazione della salsa in fettine della stessa misura. Mettiamo a cuocere con un filo d’olio in una padella bene calda. Quando il tutto è ben rosolato aggiungiamo 1 cucchiaio di paprica dolce, aggiustiano di sale e finiamo la cottura e spegnamo.     

I messicani fanno le alette di pollo fritte io invece vi propongo una variante più leggere ma ugualmente sfiziosa. Prendiamo le alette e dividiamole a metà all’attacatura dell’osso. In una ciotola mettiamo 1 cucchiaio d’olio, uno spicchio d’aglio schiacciato, 2 cucchiai di senape, 1 cucchiaio di paprica dolce, pepe, sale, salvia e rosmarino tritati. Mescoliamo tutto fino a ottenere un emulsione quindi adagiamo le alette nella ciotola e giriamo facendo attenzione a  insaporire tutte le alette. Lasciamo riposare per 30 minuti, o anche di più se avete tempo, per far marinare per bene le alette. Scaldiamo il forno a 250°.  Disponiamo le alette, non sovrapposte, su una teglia e passiamole in forno accedendo la funzione grill e rigirando spesso fino a che si dorano.      

    

         

Per ultimo ho lasciato il pane che è la preparazione più lunga. Ovviamente non è necessario preparare il pane in casa, potete tranquillamente acquistare degli arabi in panetteria oppure le tortillas già pronte al supermercato. Essendo però io appassionata di panificazione non perdo occasione per provare a fare in casa un nuovo tipo di pane. 🙂   

Io ormai da quando ho il mio lievito madre il pane lo faccio solo con quello ma potete benissimo sostiturlo con lievito in cubetti o disidratato. Se usate il lievito madre la procedura è la solita: lo rinfrescate due volte nelle 24 ore prima di utilizzarlo e al momento dell’uso lo sciogliete in acqua tiedpida. Facciamo una fontana con 300g di farina 00 e 200g di farina manitoba, aggiungiamo oltre al lievito 1 cucchiaio di malto, il sale ed impastiamo tutto per una decina minuti. Lasciamo riposare l’impasto in una ciotola coperto con la pellicola per tutta la notte. La mattina seguente con l’impasto, che dovrebbe essere ben lievitato, formiamo delle palline da circa 200g l’una e lasciamole su di una tavola coperte con uno  strofinaccio umido a lievitare per 5/6 ore. Ovviamente se avrete usato il livieto chimico i tempo di lievitazione sono dimezzati. Quando hanno raddopiato di volume stendete ogni pallina con il matarello in uno spessore di 1,5 mm e lasciate riposare per 20/30 minuti. Siamo pronti per infornare il nostro pane, io uso la pietra refrattaria ma se non l’avete scaldate una teglia  a 250° e cuocete per pochi minuti  6-7. Vedrete che si gonfieranno, aspettate ancora qualche minuto e sfornate. Per far sì che il pane risulti moirbido e non troppo secco quando l’avrete sfornato aspettate 2-3 minuti e poi riponetelo in un sacchetto del pane e questo in uno di plastica. Questo procedimento fa sì che l’umidità rimanga all’ interno e così il vostro pane sarà morbiodo, pronto per essere tagliato e farcito.      

Tagliamo finemente 2 cipolloti freschi e un cespo d’insalata. Grattugiamo a fori grossi del formaggio tipo ementhal. A questo punto abbiamo tutti gli ingredienti pronti in tavola e ogni commansale potrà farcire il suo panino o le sue tortillas come preferisce con carne, insalata, formaggio, salsa, ecc.   

 

Salsa tex-mex e chips di pane

 

Pane tipo arabo

Pollo tex-mex

Ali di pollo tex-mex

 

    Non mi resta che dirvi: ¡buen apetito!

 

 

 

il mio panino tex-mex

Entry filed under: Secondi, Secondi di carne. Tags: , , , , , , , , , , , , .

Gnocchi di patate Voul-au-vent con calamari speziati

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Trackback this post  |  Subscribe to the comments via RSS Feed


Calendario

marzo: 2010
L M M G V S D
« Feb   Apr »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

Numero di visitatori

  • 1,345,771 visite

Articoli Recenti

Licenza Creative Commons
La cucina di Lalla by https://lacucinadilalla.com/ is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License.
Based on a work at lacucinadilalla.com.
Permissions beyond the scope of this license may be available at https://lacucinadilalla.com/.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: