Archive for 18 febbraio 2010

Bollito ripassato

Io faccio spesso il brodo, in casa serve sempre avere del buon brodo di carne, ma non sempre la carne viene finita e mangiata con piacere. Allora faccio questo piatto che al contrario della carne bollita viene divorato. 🙂

Ingredienti:

  • bollito
  • patate
  • cipolla
  • olio
  • passata di pomodoro

Iniziamo pelando le patate e tagliandole a tocchetti. In una padella le facciamo rosolare con dell’olio a fuoco vivo per una decina di minuti, abbassiamo la fiamma e aggiungiamo la cipolla tritata (io se mi avanzano le verdure del brodo aggiungo anche quelle, non si butta via niente! :)). Tagliamo il bollito a pezzi, devono essere più o meno della stessa misura delle patate, e rosoliamo tutto per qualche minuto. Aggiungiamo 4 o 5 cucchiai di passata di pomodoro (dipende da quanto bollito vi è rimasto), 2 mestoli di brodo, copriamo e portiamo a cottura. Non ci vorrrà molto, perchè la carne è già cotta, dovranno finire di cuocere le patate. Spegnete, regolate di sale e pepe servite.

18 febbraio 2010 at 17:53 1 commento

Paella de Pescado

Questa ricetta me l’ha insegnata una mia cara cliente spagnola di Madrid, è un pò complessa ma se la seguirete passo per passo otterrete la vera paella spagnola.  
Ingredienti:
  • 8 scampi
  • 8 gamberi
  • 1/2 chilo di cozze
  • 1/2 chilo di vongole
  • 300 g di calamari  
  • 300 g di pasce in tranci (coda di rospo, spada o tonno)
  • 1 peperone
  • 50 g di piselli
  • 1 cipolla
  • 1 bustina di zafferano
  • riso parboiled
  • brodo (2 tazze per ogni tazza di riso)
  • vino bianco

Incominciamo pulendo accuratamente tutto il pesce: togliamo il carapace dai gamberi e dagli scampi (io le testele lascio), spurghiamo le vongole, puliamo bene le cozze, tagliamo a cubetti il trancio di pesce e i calamari. Tagliamo a cubetti i peperoni e sminuzziamo cipolla.
Ora bisgona cuocere singolarmente tutti i tipi di pesce. Facciamo aprire le vongole in una padella con olio e spicchi d’aglio, e rifacciamo la stessa cosa per le cozze. Rosoliamo velocemente i gamberi in una padella con un filo d’olio, sfumiamo con del vino bianco e togliamo dalla padella. Nella stessa ripetiamo il procedimento con gli scampi. I calamari necessitano invece di una decina di minuti di cottura, il procedimento è lo stesso: rosolare e poi sfumare con il vino. Rosoliamo i peperoni per pochi minuti perchè dovranno continuare a cuocere col riso e sbollentiamo i piselli. A questo punto possiamo pulire le cozze e vongole: per essere fedeli alla ricetta originale bisogna eliminare solo la parte di guscio senza mollusco. Il liquido che si forma nella padella in cui le abbiamo fatte aprire le vongole và filtrato, per eliminare i residui di sabbia che possono aver lasciato, e tenuto da parte.      

  

A questo punto abbiamo tutti gli ingredienti pronti e possiamo cominciare a preparare la nostra paella

 Prendiamo la padella per paella e cominciamo: mettiamo olio exta d’oliva, la cipolla e lasciamo rosolare finchè la cipolla non è ben dorata. Aggiungiamo il riso lo tostiamo a fuoco alto, mettiamo il pesce in cubetti (che è ancora crudo), i calamari, il peperone, i piselli e amalgamiamo bene. In un altro pentoliano facciamo bollire il brodo di pesce: potete farlo semplicemente con i carapaci del pesce che avete pulito facendo attenzione a filtrarlo dopo per evitare di trovare dei pezzi che potrebbere pungere. Al brodo, che ricordo deve essere il doppio del riso (per ogni tazza di riso 2 tazze di brodo), và aggiunto lo zafferano.          

Aggiungiamo il liquido delle vongole, 3/4 del brodo bollente e mescoliamo bene a fuoco vivace

 Da questo momento in poi la paella non và assolutamente più girata! Si può solo scuotere la padella, è importantissimo non vi fate prendere dal mestolo: lasciatelo e non toccatelo più! 🙂 Lasciamo cuocere a fuoco medio per 10 minuti.          

Iniziamo posizionando tutto il pesce sul riso partendo dai gamberi a raggera finendo con le cozze

   Quando abbiamo completato con tutto il pesce uniamo il restante brodo, facciamo un giro di pepe e mettiamo in forno a 220° per 10 minuti.

Sforniamo la paella e verifichiamo che ai bordi si sia formata la crosticina

   

    

Impiattiamo facendo attenzione a dare ad ogni commensale tutti i tipi di pesce

18 febbraio 2010 at 17:36 16 commenti


Calendario

febbraio: 2010
L M M G V S D
« Gen   Mar »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728

Numero di visitatori

  • 1.508.477 visite

Articoli recenti

Licenza Creative Commons
La cucina di Lalla by https://lacucinadilalla.com/ is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License.
Based on a work at lacucinadilalla.com.
Permissions beyond the scope of this license may be available at https://lacucinadilalla.com/.